Navigare Facile

Storia di Meana di Susa

Storia di Meana di Susa

Meana di Susa è annoverato tra i comuni più vetusti della Val di Susa: il territorio sembra aver accolto una necropoli del primo e del secondo secolo d.C e fu citato per la prima volta nel tredicesimo secolo; fu altamente frequentato dalle nobili famiglie che lo consideravano il luogo ideale per le loro giornate di riposo.

Le informazioni circa la storia di Meana di Susa sono assai vaghe per lo meno fino al diciottesimo secolo poichè non si possiedono documenti attendibili in merito. Sappiamo, però, che il territorio ha accolto una comunità valdese tra il quattordicesimo e il diciottesimo secolo, lo stesso secolo in cui risale la parrocchiale di Santa Maria Assunta, dotata di campanile romanico.

Meana di Susa ha affrontato scontri e lotte per un lungo periodo (a partire dal Cinquecento) e lo testimonia la Torre delle Combe, il torrione quadrato che probabilmente fungeva da luogo di guardia per segnalare eventuali incursioni nemiche.

L'attuale nome di Meana di Susa risale al periodo successivo all'Unità di Italia. Nel corso della seconda guerra mondiale ebbe un ruolo rilevante nella Resistenza dal momento che i suoi abitanti parteciparono in prima persona agli eventi del conflitto.

Ma occupiamoci ora dei luoghi da non perdere una volta giunti in questo territorio così interessante dal punto di vista paesaggistico.

Dove